Unità 1

modulo 2 60 1 Unità 1. La seconda declinazione 2. Il complemento di mezzo 1 La seconda declinazione La prima declinazione comprende: sostantivi maschili e femminili che escono al nominativo in -us; sostantivi maschili che escono al nominativo in -er; sostantivi neutri che escono al nominativo in -um. Tutti indistintamente (maschili, femminili e neutri) escono al genitivo singolare in -i. Maschili e femminili in -us I nomi in -us si declinano secondo questo schema: CASI Nominativo Genitivo Dativo Accusativo Vocativo Ablativo SINGOLARE lup -us lup -i lup -o lup -um lup -e lup -o il lupo del lupo al lupo il lupo o lupo con il lupo PLURALE lup -i lup -orum lup -is lup -os lup -i lup -is i lupi dei lupi ai lupi i lupi o lupi con i lupi I sostantivi in -us sono prevalentemente maschili; i femminili sono pochi e quasi tutti nomi di piante: platanus, -i, f. = platano, fagus, -i, f. = faggio, populus, -i, f. = pioppo, cerasus, -i, f. = ciliegio, ulmus, -i, f. = olmo; di regioni: Aegyptus, -i, f. = Egitto; di città: Corinthus, -i, f. = Corinto. I sostantivi maschili e femminili si declinano nello stesso modo. Il vocativo singolare in -e è tipico solo di questo gruppo di sostantivi. Alcuni casi hanno la stessa terminazione: lupi può essere genitivo singolare, nominativo plurale, vocativo plurale; lupo può essere dativo singolare e ablativo singolare; lupis può essere dativo plurale o ablativo plurale. Sarà pertanto il contesto a guidarti nella scelta della forma.

LINGUA ET MORES
LINGUA ET MORES
Libro digitale