LINGUA ET MORES

modulo 1 53 Verba in itinere Familia La Roma arcaica fondava la sua forza su antiche famiglie discendenti da uno stesso ceppo, gens, cioè un clan familiare molto esteso. Ciascuno di questi clan era guidato da un pater familias che premetteva al cognome il nome della gens di origine. In italiano il sostantivo «gente individua una collettività (il diritto delle genti) o una nazione. Da questa parola deriva il nome «gentile che indica una persona nobile; il corrispondente aggettivo è sinonimo di «affabile, cortese , con riferimento ai modi eleganti della nobiltà. Il sostantivo «gentile ha anche un altro significato: è una persona appartenente al mondo greco-romano non convertita al cristianesimo. I patres familias costituivano il senato, cioè i patricii, coloro che detenevano la ricchezza e il governo di Roma. La familia Romana era costituita da un insieme di persone sottoposte all autorità del pater, cioè sia dai componenti iure proprio (moglie e figli), sia dai famuli, i servi. Da questo termine trae origine la parola familia, infatti gli schiavi costituivano la base del patrimonio, res familiaris, e venivano trasmessi in eredità. I figli riconosciuti, liberi, -orum, senza distinzione di sesso o di età, si contrapponevano ai servi che non erano liberi. Questi ultimi potevano appartenere alla familia urbana, se addetti alle mansioni nella casa del padrone, o rustica, se svolgevano lavori nei campi. Nella familia la donna maritata con figli, la matrona, aveva una posizione di rilievo nella società, nobiltà di natali e un atteggiamento composto. Oggi si dice in modo ironico «aspetto matronale quando si parla di una donna matura e imponente. Il termine ha dato origine a «matroneo , un loggiato che circonda l interno delle basiliche al di sopra delle colonne, riservato alle sole donne, presente soprattutto nelle sinagoghe. Quando la matrona aveva più figli, diventava mater familias. Il termine deriva da materia con allusione a qualcosa che crea, da cui si genera qualcos altro. La donna sposata poteva anche essere chiamata uxor, da cui l aggettivo «uxorio . Il termine avrebbe origine, da unxi (io unsi) perché, quando la sposa era giunta nella casa maritale, ne ornava le soglie con bende di lana e le ungeva con lardo di maiale e con olio. L operazione aveva valore propiziatorio e beneaugurale. Il termine italiano «moglie proviene da mulier che come prima accezione vuol dire «donna , come secondo significato «moglie . In francese femme (moglie) deriva invece da femina (femmina), che ha in sé la radice etimologica minus, in quanto la donna è ritenuta inferiore all uomo. La voce latina per indicare entrambi i genitori è parentes (da pario, generare), termine che in italiano è rimasto nell accezione di «parenti . Parenti per «genitori ha lasciato traccia nell inglese parents e nel francese parents. Sinonimo di parentes è genitores, da gignere (partorire). Dal latino ab aevo (dal passato) derivano avus e avia che significano «nonno e «nonna , termini provenienti dal latino cristiano nonnus/a (monaco/a, uomo anziano/ donna anziana). Da frater e dal latino volgare fratellus entra in italiano la parola «fratello , che passa nel francese frère; l inglese brother e il tedesco bruder hanno una comune radice etimologica indoeuropea: brather; dal latino germanus (fratello) proviene lo spagnolo hermano. Da soror derivano l italiano «sorella , il francese soeur, l inglese sister; dal latino germana ha origine lo spagnolo hermana (sorella).

LINGUA ET MORES
LINGUA ET MORES
Libro digitale