LINGUA ET MORES

modulo 4 144 5 Scegli l alternativa esatta tra quelle proposte, poi traduci. 1. Arcem munitam hostium pedites Romani expugnaverunt. a. hostiorum b. hostum Traduzione I fanti romani espugnarono la rocca fortificata dei nemici 2. Mores antiquarum ......................... laudamus. a. gentum b. gentarum 3. Cives magn cum virtute ............... defendent. a. urbis b. urbium 4. Puellae ................................ purum erat. a. corda b. cor 5. Feles apud ................................ dormiebat. a. igni b. ignem 6. Apes liquida .............................. producebant. a. mel b. mella 7. Germanorum ............................... magna sunt. a. corpa b. corpus 8. Divitiae saepe ............................. caus sunt. a. litarum b. litum c. hostium c. gentium c. urbem c. cordium c. igne c. mellem c. corpora c. litium 6 Analizza e traduci sul quaderno le seguenti frasi. 1. Ottavio percorre una valle piena di ulivi, sede dell oracolo. 2. I cittadini valorosi difenderanno con coraggio la propria patria. 3. In Italia varia è la natura dei monti e dei colli. 4. Gli antichi uomini ritenevano il cuore sede dell anima. 5. Lo scorso inverno le piogge abbondanti hanno inondato molte parti della nostra regione. 6. Nella sede dei beati per i fiumi scorrono latte e miele. 7. Le alte cime delle Alpi sono sede di sparvieri e di aquile. 8. Una violenta tempesta distrusse una grande parte delle navi dei nemici. 7 Traduci le seguenti frasi. 1. Romani apud Cannas magnam cladem acceperunt. 2. Pastor oves trans vallem ducit. 3. Consul Duilius magno numero rostratarum (rostrate) navium Carthaginiensium (dei Cartaginesi) classem delevit. 4. Romanorum civium iura sacra sunt. 5. Medici corporis, sed non cordis vulnera curant. 6. Cohortes Romanae hostes fugant. 7. Saepe divitiae fons multorum malorum sunt. 8. Puri cordis preces deos commovent. 9. Acutis dentibus feles mures manducaverunt. 10. Miser mater diu filii mortem flevit. 2 I verbi in -io della terza coniugazione Prendiamo in considerazione il paradigma del verbo capio: capio, -is, cepi, captum, cap re = prendere Esso appartiene alla 3ª coniugazione come denotano l infinito presente - re, la i breve della 1ª e 2ª persona plurale dell indicativo presente e le forme dell imperativo (e, te). Invece la 1ª persona singolare, la 3ª plurale dell indicativo presente, tutte le uscite dell imperfetto e del futuro indicativo sembrano appartenere alla 4ª coniugazione. Si tratta infatti di una coniugazione mista.

LINGUA ET MORES
LINGUA ET MORES
Libro digitale