Volume 1

491 12.6 Gli elementi di misura ta dalla presenza di ostacoli (divisori, agitatori, ecc.), deve tener conto della riflessione delle pareti e diventa difficoltosa con materiali a bassa costante dielettrica (idrocarburi, p.e.) che riflettono poco le onde. Anche le turbolenze che possono affliggere la superficie che deve riflettere il segnale ostacolano una corretta misura. In quest ultimo caso, si può ricorrere ai già visti tubi di bypass esterni o a tubi di calma interni (v. Fig. 12.78). a) Fig. 12.78 Onde radar guidate 12a CAPITOLO_421-496.indd 491 b) c) d) Misura di livello con onde radar: a) schema generale; b) misura con tubo di calma, le numerose aperture lungo tutto il tubo assicurano che il livello all interno del tubo si equilibri rapidamente con quello nel resto dell apparecchiatura; c) misura con tubo di bypass; d) strumenti con diverse fogge delle antenne per un migliore adattamento alle varie geometrie delle apparecchiature e alle caratteristiche del processo. Al contrario del precedente sistema, in cui le onde radar sono emesse da un antenna e attraversano l aeriforme presente nella parte vuota dell apparecchiatura prima di essere riflesse dalla superficie del materiale, nel caso dei sensori a onde radar guidate le onde viaggiano lungo una guida metallica lungo tutta l altezza soggetta a misura. Quando l onda incontra un materiale con differente costante dielettrica l onda viene riflessa e risale lungo la guida. L elettronica dello strumento, anche in questo caso, rileva il tempo di volo e calcola il livello. La guida metallica può essere costituita da un asta, un cavo, un doppio tubo coassiale. Le aste e i cavi sono adatti a liquidi e a solidi: le prime per altezze al massimo di alcuni metri, i secondi per altezze anche di diverse decine di metri. I tubi coassiali si utilizzano solo con i liquidi per misure di maggior accuratezza, come il livello dell interfaccia tra fasi immiscibili. un sistema di misura adatto a condizioni severe di pressione (400 bar) e temperatura (400°C); la misura non è influenzata dalle condizioni di processo e dalle caratteristiche del materiale (viscosità, densità, conducibilità, umidità, schiume, ecc.), con esclusione, ovviamente, della costante dielettrica. Per questo motivo è poco adatto a liquidi bollenti, i cui vapori alzano la costante dielettrica dell aeriforme sovrastante. Diventa inapplicabile in prossimità del punto critico. Inoltre, è un sistema invasivo per la presenza dell asta di misura all interno dell apparecchiatura, con possibili interferenze con i dispositivi presenti all interno e con conseguenti limitazioni. 27/04/12 12.06

Volume 1
Volume 1
LIBRO DIGITALE