Volume 1

475 12.6 Gli elementi di misura di rotazione della turbina. Un sensore rileva tale velocità e si risale così alla portata volumetrica istantanea, l elettronica dello strumento può facilmente calcolare anche la portata totalizzata. Più adatti a fluidi puliti, come gas e vapori; i liquidi dovrebbero avere proprietà lubrificanti. La misura è disturbata da eventuali turbolenze, per cui è consigliabile utilizzare dei raddrizzatori di flusso, dispositivi che, incanalando il fluido, ne diminuiscono la turbolenza. Poco adatti a liquidi viscosi. Sono particolarmente indicati nel monitoraggio delle reti di distribuzione per l elevato range operativo e per la buona accuratezza, ma c è un valore minimo di portata al di sotto della quale il fluido non ha energia cinetica sufficiente a far girare correttamente la turbina (v. Fig. 12.59). Rotore Alloggiamento del sensore Direzione del usso a) Raddrizzatori di usso b) Fig. 12.59 Flussimetro a turbina: a) schema di funzionamento; b) apparecchiatura completa di sensore della velocità di rotazione della turbina; il range operativo può arrivare a 150 : 1. 12.6.6.9 Volumetrici Sono flussimetri che ricordano le pompe volumetriche, in cui, però, è il fluido che, con la sua spinta, fa muovere degli organi meccanici in base al volume di fluido che passa. Rientrano in questa categoria i contatori , in cui il movimento dell organo meccanico fa avanzare un indice o girare una rotella numerata, indicando così la portata totalizzata; può anche produrre un impulso elettrico di un apposito trasduttore che genera un segnale gestibile elettronicamente. Perché ci sia una buona corrispondenza tra volume del fluido che passa e movimento degli organi meccanici, è necessario che ci sia una stretta tolleranza con la cassa che li contiene, in modo che si muovano a tenuta. importante, pertanto, che i fluidi siano puliti, se del caso si interpone un filtro di linea. I flussimetri volumetrici, non richiedono la presenza di tratti rettilinei di tubazione, hanno quindi il vantaggio di potersi installare anche in spazi ristretti, che però, per la tortuosità del percorso fatto dal fluido, provocano elevate perdite di carico. A ingranaggi ovali. costituito da una coppia di ingranaggi ovali che girano sotto la spinta del liquido in una cassa in cui fanno tenuta grazie alle piccole tolleranze. Grazie alla loro forma, dividono la cassa in più vani, di cui uno in comunicazione con l ingresso e un altro con l uscita; il liquido non può passare dall uno all altro 12a CAPITOLO_421-496.indd 475 27/04/12 12.05

Volume 1
Volume 1
LIBRO DIGITALE