Volume 1

464 12.6.5.3 12 Misura e controllo nei processi chimici A movimento meccanico Per molte applicazioni si ricorre a manometri in cui l elemento sensibile è un corpo cavo metallico, collegato al processo da misurare, che si deforma sotto l azione della pressione. I più diffusi sono i manometri a molla di Bourdon, costituiti da un tubicino metallico a sezione ovoidale che sotto l azione della pressione al suo interno tende a svolgersi (v. Fig. 12.46). 40 30 50 20 60 70 10 0 Molla Bourdon Connessione b) al processo a) Fig. 12.46 80 c) Manometro a molla di Bourdon: a) molla; b) schema di funzionamento; c) manometro. Quando la pressione all interno aumenta rispetto all esterno provoca la distensione della molla a sezione appiattita, tendendo a farla ritornare all originale sezione circolare. Il piccolo movimento è amplificato dalle leve del meccanismo e trasmesso all indice dello strumento. I manometri Bourdon sono molto robusti, relativamente economici e sono adatti anche per pressioni elevate, fino a 5000 bar, non essendo molto veloci nella misura, non sono da preferire per misure dinamiche. Altri dispositivi sono le capsule, i diaframmi e i soffietti, ma con prestazioni diverse. La parte mobile è costituita da membrane metalliche con opportune curvature e pieghe che le consentono di deformarsi sotto la spinta della pressione. Come per i manometri Bourdon, alla parte mobile si possono collegare dispositivi per l indicazione della misura (v. Fig. 12.47). I manometri a soffietto permettono un movimento molto ampio della parte mobile che li rende strumenti molto sensibili, più adatti a misure di piccole pressioni. Sono adatti anche a misure di pressione differenziale. I diaframmi non hanno l estensione del movimento dei soffietti ma sono molto veloci nella risposta e accurati nella misura. Adatti anche a pressioni elevate (600 bar). Sono specificatamente indicati per l uso con fluidi corrosivi in quanto il diaframma agisce da separatore tra il processo e il resto dello strumento e può essere facilmente protetto con un rivestimento di teflon o altro, o costruito in materiali molto resistenti quali hastelloy o monel. Le capsule sono costituite da due membrane concave saldate perifericamente. Sono adatte a misure di pressione relativamente basse, sia positive, sia negative (vuoto). Il tipico range di misura è di 0-60 kPa. Movimento Fig. 12.47 12a CAPITOLO_421-496.indd 464 Sensori di pressione: a) a soffietto; b) a diaframma; c) a capsula. a) Pressione Movimento b) Pressione Movimento c) Pressione 27/04/12 12.05

Volume 1
Volume 1
LIBRO DIGITALE