Volume 1

439 12.6 Gli elementi di misura 12.6.2 caratteristiche dinamiche degli elementi di misura Temperatura 2 a n Temperatura Si è già accennato all importanza del tempo di risposta, definito come il tempo impiegato dallo strumento a raggiungere, entro limiti stabiliti, un nuovo stato stazionario quando la proprietà da misurare subisce una brusca variazione da un valore precedente costante a uno successivo, sempre costante. Un esempio potrebbe essere prendere un termometro a temperatura ambiente e immergerlo bruscamente in una miscela di acqua e ghiaccio e misurare il tempo che impiega ad equilibrarsi. Un tale tipo di variazione della grandezza da misurare è detta variazione a gradino . L esistenza stessa del tempo di risposta, anche in assenza di errore statico, produce l errore dinamico e il ritardo nella risposta (v. Fig. 12.19). m a b b a b n 1 m a) Fig. 12.19 Tempo b) Tempo Errore dinamico di una sonda di temperatura: la temperatura del processo varia secondo la curva a, la curva b rappresenta la risposta dello strumento, privo di errore statico, ma che presenta l errore dinamico n ed il ritardo nella risposta m. In a) la temperatura varia dal livello 1 al 2; in b) oscilla, p.e., sinusoidalmente, il ritardo m costituisce uno sfasamento e l errore dinamico n provoca un attenuazione dell ampiezza della fluttuazione. Notare come l errore dinamico (n) ed il ritardo (m) varino lungo il transitorio in a) e con l oscillazione in b). a 2 Errore statico 2 Temperatura Temperatura La presenza di un errore statico può amplificare o ridurre, a seconda del suo segno, l errore dinamico e il ritardo nella risposta (v. Fig. 12.20). n Errore statico a n m Errore dinamico compensato m b Errore dinamico accentuato b 1 1 Tempo Fig. 12.20 12a CAPITOLO_421-496.indd 439 Tempo Effetto dell errore statico sull errore dinamico n e sul ritardo nella risposta m: a seconda del segno, si può avere un accentuazione (a sinistra) o un attenuazione (a destra). 27/04/12 12.05

Volume 1
Volume 1
LIBRO DIGITALE