Volume 1

343 9.4 Trattamenti delle acque Analogamente alle acide deboli, le resine basiche deboli presentano una capacità di scambio limitata dalla difficoltà di dissociazione e si attivano solo in presenza di una certa acidità: ReH3NOH + H+ ReH3N+ + H2O (9.19) (ReH3N)2 SO4 (9.20) 2ReH3N+ + SO24 Una soluzione impiantistica relativamente completa, con costi di gestione contenuti anche per portate elevate, è illustrata in Fig. 9.13. Nella prima colonna le resine acide deboli eliminano cationi in quantità equivalente alla durezza temporanea, mentre la successiva resina acida forte elimina tutti gli altri cationi. A questo punto i cationi sono stati sostituiti da una equivalente quantità di CO2 e ioni H+. L anidride carbonica viene facilmente rimossa nella torre di decarbonatazione, mentre la relativa acidità è utile per l attivazione della successiva resina basica debole. Infine, una resina basica forte rimuove gli ultimi anioni. Il carico complessivo delle resine basiche è ridotto in misura dei bicarbonati rimossi dalle resine acide deboli e successivamente eliminati come CO2 nella torre di decarbonatazione. Anidride carbonica aria C1 C2 1 C4 C3 2 3 C5 4 P1 1 Acido diluito 2 C1: Resina acida debole Acido concentrato C2: Resina acida forte C4: Resina basica debole C5: Resina basica forte Fig. 9.13 09a CAPITOLO_313-362.indd 343 3 Base diluita 4 Base concentrata C3: Torre decarbonatazione P1: Sof ante aria Demineralizzazione con resine scambiatrici. 27/04/12 11.55

Volume 1
Volume 1
LIBRO DIGITALE