Volume 1

326 9 Trattamenti delle acque grezze Calcolo delle durezze Considerando per il CaCO3 una massa equivalente di 50 mg/meq si ottiene: CaCO3 equivalente a Ca2+ CCaCO3 = 2,99 meq/L 50 mg/meq = 149,5 mg/L CaCO3 equivalente a Mg2+ CCaCO3 = 1,23 meq/L 50 mg/meq = 61,5 mg/L CaCO3 equivalente a HCO3 CCaCO3 = 1,97 meq/L 50 mg/meq = 98,5 mg/L I valori delle durezze sono riassunti nella Tab. 9.4. mg/l CaCo3 °F Durezza calcica 149,5 14,95 Durezza magnesiaca 61,5 6,15 Durezza totale 211 21,1 Durezza temporanea 98,5 9,85 Durezza permanente 112,5 11,25 Tab. 9.4 Tradizionalmente si usa associare la durezza permanente a cloruri, solfati ed altri anioni i cui sali di calcio e magnesio sono relativamente solubili. Il riscaldamento non produce alcuna precipitazione della durezza permanente se non quando viene raggiunta la massima solubilità dei sali, come nel caso della produzione di vapore come vettore termico. A titolo indicativo si riporta una classificazione delle acque in base alla durezza. Tipi durezza (°F) esempi Molto dolci 0 4 Piovane Dolci 4 8 Oligominerali Medio-dure 8 12 Acque potabili secondo il WHO Discretamente dure 12 18 Di fiume e di lago trattate Dure 18 30 Permanenti dei calcari Molto dure > 30 Di mare o zone collinose includenti gesso Tab. 9.5 Problemi causati dalla durezza 09a CAPITOLO_313-362.indd 326 Classificazione delle acque in base alla durezza. La durezza delle acque può essere causa di numerosi problemi. Per gli usi domestici, se da un lato non costituisce un problema per la potabilità e la salute, d altro canto si possono determinare maggior consumo di detergenti e deposito di incrostazioni nelle caldaie e nei radiatori ed in tutti gli elettrodomestici che riscaldano 27/04/12 11.55

Volume 1
Volume 1
LIBRO DIGITALE