Volume 1

300 8 Separazione solido-liquido Per evitare questo inconveniente si muniscono le singole vasche di un dispositivo che mantiene costante la portata durante la fase attiva. Torbidità ef uente Perdite di carico Limite perdite di carico o aric ic te d i d Per Limite torbidità ità d Torbi Tempo di funzionamento Fig. 8.18 Sifone Neyrpic Evoluzione dei parametri di filtrazione nel tempo. Tra le diverse alternative possibili le più diffuse tradizionalmente sono il sifone Neyrpic-Degremont e il sifone concentrico Degremont. In idraulica con il termine sifone si intende qualunque dispositivo che passa al di sopra della linea dei carichi totali. Nel nostro caso il sifone è il tubo di scarico del filtrato che per un tratto è al di sopra del livello del liquido nella vasca (v. Fig. 8.19). In corrispondenza di quel tratto la corrente si trova a pressione inferiore a quella atmosferica. L acqua entra sul filtro dalla canaletta A e si dispone sul letto di sabbia sino al livello E che si trova alla quota H rispetto al pozzo di raccolta in uscita. L acqua riempie completamente il filtro per tutta la sua altezza ed esce attraversando il sifone. Alla sommità del sifone, che si trova in depressione, è inserita una tubazione collegata all atmosfera tramite una valvola V. A sua volta l apertura della valvola è comandata dal galleggiante che segue il livello E. Riassumendo, man mano che il livello cresce per effetto delle perdite di carico, la valvola V si chiude per ridurre l aria richiamata dalla depressione in B e consentendo una maggiore portata scaricata dal sifone. Valvola di immissione aria Punto di maggiore depressione Aria V E Galleggiante G B Sifone Acqua e aria H = perdite carico A Fig. 8.19 08a CAPITOLO_275-311.indd 300 Sifone Neyrpic-Degremont. 27/04/12 11.53

Volume 1
Volume 1
LIBRO DIGITALE