Volume 1

236 7 Stoccaggio e linee di trasporto dei fluidi n Guarnizioni. Le guarnizioni sono dei materiali, opportunamente sagomati, che, interposti tra due pezzi metallici, permettono di fare tenuta , impedendo al fluido presente nell apparecchiatura di fuoriuscire. Sono largamente utilizzate nelle valvole e nei giunti. In particolare, inserite tra due flange contrapposte, fanno tenuta una volta stretti i bulloni in modo che la guarnizione aderisca perfettamente alle facce delle flange. La forza di serraggio complessiva divisa per l area d appoggio della guarnizione dà la pressione di serraggio, che deve essere superiore a quella del fluido che si deve contenere (v. Fig. 7.30). Quindi la superficie d appoggio è la più piccola possibile in relazione alla tipologia della guarnizione. Spinta di serraggio Guarnizione Pressione interna Fig. 7.30 La pressione esercitata dalla spinta di serraggio deve essere superiore alla pressione interna perché la guarnizione faccia tenuta. I materiali utilizzati sono di tantissimi tipi, spesso sono dei compositi. Debbono essere comunque resilienti, cioè capaci di deformarsi per adattarsi alla sede senza rompersi, nonostante la pressione di serraggio e la spinta del fluido. Debbono essere anche in grado di resistere alla temperatura di processo e all aggressività del fluido. Si possono suddividere nei tipi seguenti. Non metalliche piane. Adatte a pressioni medio basse. In fibre (naturali, sintetiche, di vetro, ecc.) compresse, in PTFE, in elastomeri (BUNA, EPDM, SBR, Viton, ecc.), in grafite espansa, in vermiculite esfoliata (Thermiculite , minerale della famiglia delle miche, resistente fino a circa 1000°C). Semimetalliche. Adatte a pressioni medio-alte (250 bar) e ad una vasta gamma di temperature ( 200 1000°C), a seconda della struttura. Sono composite, costitute da materiali metallici e non metallici. Le più diffuse sono del tipo a spirale (v. Fig. 7.31), costituite da un nastro di metallo a forma di V avvolto a spirale insieme ad un materiale di riempimento (p.e., grafite espansa, Thermiculite , PTFE, ecc.); metallo plastiche, in cui una guaina metallica esterna protegge il riempimento interno; a profilo a camma, costituite da un nucleo metallico con scanalature concentriche su entrambe le superfici, rivestito da materiale morbido di tenuta; con rinforzo metallico, come le non metalliche ma con un anima metallica, tipicamente a rete, per migliorarne la resistenza meccanica. a) Fig. 7.31 b) c) d) Guarnizioni semimetalliche: a) a spirale; b), c) metallo plastiche; d) a profilo a camma. 07a CAPITOLO_199-242_COLORE.indd 236 27/04/12 11.49

Volume 1
Volume 1
LIBRO DIGITALE