Volume 1

219 7.1 Stoccaggio dei fluidi 7.1.7 dispositivi ausiliari e accessori dei serbatoi Capacità, forma, caratteristiche costruttive sono sicuramente aspetti che caratterizzano un serbatoio. Per il suo utilizzo, sono necessari, in ogni caso, una serie di dispositivi e accessori essenziali per l esercizio, l ispezione, la sicurezza (v. Fig. 7.17). Esercizio la fase prevalente di utilizzo di un serbatoio, in cui è in attività, collegato al processo, più o meno pieno, con fasi di riempimento e svuotamento. Indicatori di livello, per monitorare la quantità di liquido contenuto. Sono di vario tipo, dal semplice e robusto indicatore a galleggiante, a quelli più sofisticati, quali a spinta idrostatica, a microonde, a onde radar, ad ultrasuoni, ecc., usualmente interfacciati a sistemi di controllo automatico. Nei serbatoi in pressione (o sotto vuoto) sono presenti anche opportuni indicatori di pressione. Prese campione e/o bocchelli di campionamento, per monitorare la qualità del fluido. Linee e valvole d intercettazione, sia per il carico e scarico, sia per l esclusione e l inserimento nel ciclo di lavorazione. Serpentini di riscaldamento per liquidi altamente viscosi, la cui viscosità, specie nel periodo invernale, potrebbe aumentare fino a rendere difficoltosa la movimentazione del liquido. In casi particolari possono essere presenti sistemi di raffreddamento interni. Valvole di respirazione, per i serbatoi atmosferici, per evitare che vadano in pressione o sotto vuoto per variazioni del volume di liquido contenuto. Sistemi di recupero dei vapori. a) b) c) d) Pendenza Fig. 7.17 Alcuni dispositivi ausiliari dei serbatoi: a,b) sensori di livello; c) valvola di respirazione; d) serpentini di scambio termico. Ispezione un attività attuata continuamente durante l esercizio per individuare eventuali malfunzionamenti, quali rotture e perdite del fluido, ed è parte 07a CAPITOLO_199-242_COLORE.indd 219 27/04/12 11.49

Volume 1
Volume 1
LIBRO DIGITALE