Volume 1

183 6.4 Pompe volumetriche Nei casi in cui il tipo di motore lo consenta la gestione del numero di giri potrebbe essere una soluzione. Tuttavia la tecnica più semplice consiste nel prevedere una linea di riciclo tra la tubazione di mandata e la tubazione di aspirazione (Fig. 6.26). Una valvola di regolazione su questa linea consente il controllo della portata erogata sulla mandata con l unico inconveniente che non tutta la potenza impegnata viene utilmente impiegata per trasferire energia al liquido. FC Fig. 6.26 Regolazione della portata nelle pompe alternative e volumetriche (FC: controllo di portata). Stantuffo tuffante Moto Se il liquido da pompare è particolarmente carico in solidi, per evitare abrasioni e perdita di efficienza dell elemento di tenuta, è preferibile utilizzare la pompa a stantuffo tuffante (v. Fig. 6.27). In questo caso l elemento di tenuta è montato sul corpo-pompa ed il pistone si muove ad una certa distanza dalle pareti della carcassa e non c è rischio di abrasioni. Tipiche applicazioni sono il trasporto in pressione di feccia di vino, mosti, birra, succhi di frutta, prodotti caseari, ecc. Moto Pompe a stantuffo tuffante Mandata Aspirazione Valvola aspirazione Valvola mandata a) aspirazione Fig. 6.27 Pompe a diaframma Stantuffo tuffante Tenuta Tenuta Mandata Aspirazione Valvola aspirazione Valvola mandata b) mandata Pompa a stantuffo tuffante. Nel caso di liquidi particolarmente corrosivi per evitarne il contatto con l elemento di tenuta si possono usare le pompe a diaframma, o a membrana, costituite da un corpo-pompa diviso in due settori. Un settore è riempito di un liquido su cui agisce un pistone, mentre nel secondo settore si muove il liquido da trasportare. I due settori sono separati da una membrana in gomma o altro materiale plastico. Il 06b CAPITOLO_179-190_COLORE.indd 183 30/07/12 15.30

Volume 1
Volume 1
LIBRO DIGITALE