Volume 1

112 5 Statica e dinamica dei liquidi Gli aeriformi, come i liquidi, non oppongono resistenza alle forze di trazione, torsione e tangenziali. Invece l azione della pressione risulta in una variazione del volume, secondo le leggi di stato dei gas ideali o dei gas reali. Pertanto gas e vapori sono, al contrario dei liquidi, comprimibili e la densità varia con la pressione. Lo studio completo dei fluidi comprimibili richiede l uso di strumenti matematici più complessi e non verrà trattato in questo corso se non negli aspetti più pratici. La meccanica dei fluidi include la statica e la dinamica dei fluidi. La prima riguarda lo studio dell equilibrio delle forze e dei bilanci di energia in un liquido incomprimibile in quiete. L idrodinamica studia, invece, le trasformazioni di energia nei liquidi viscosi in movimento. 5.1.1 la pressione idrostatica Come è noto, la pressione è definita dalla relazione P= F S (5.1) dove P è la pressione, F la forza applicata perpendicolarmente alla superficie S. Applicando le unità del S.I. la forza sarà espressa in newton (N), la superficie in m2 e la pressione in pascal (Pa 5 N/m2). La pressione esercitata da un liquido, calcolata ad una certa profondità si definisce pressione idrostatica. Applicando la (5.1) calcoliamo la pressione esercitata da una colonna di liquido sul fondo di un recipiente. esempio 5.1 Un contenitore cilindrico di diametro d 5 1 m, contiene acqua per una altezza H 5 3 m. Calcolare la pressione esercitata dall acqua sul fondo del recipiente. La densità dell acqua è 5 1000 kg/m3. Fig. 5.1 5 1000 kg/m3 H53m d51m 05a CAPITOLO_109-146.indd 112 27/04/12 11.33

Volume 1
Volume 1
LIBRO DIGITALE