Volume 1

100 4 Stoccaggio e movimentazione dei solidi impianti in compressione, perché tutte le apparecchiature devono essere a tenuta per il vuoto. Nel trasporto in aspirazione il prodotto non viene in contatto con parti in movimento e le eventuali polveri non possono fuoriuscire, è pertanto indicato per prodotti alimentari o farmaceutici, come, per altro, per prodotti tossici e/o pericolosi. Le tipiche condizioni operative sono: portata: medio-bassa, fino a 10 t/h; velocità di trasporto: 15 40 m/s; distanza massima: circa 100 m; pressione: circa il 50% del vuoto assoluto. F1 D2 Trasporto pneumatico in aspirazione D1 D2 F1 P1 1 2 Silo di stoccaggio Ciclone Filtro a maniche Compressore rotativo Prodotto in ingresso Prodotto in uscita D1 1 P1 2 Fig. 4.36 Impianti in pressione 04a CAPITOLO_075-106.indd 100 Trasporto pneumatico in aspirazione. In Fig. 4.36 è riportato lo schema di processo di un trasporto pneumatico in aspirazione. Il prodotto granulare 1, da scaricare da un carro ferroviario, è aspirato con una tubazione flessibile, arriva al ciclone D2, dove si separa dall aria, e passa nel silo di stoccaggio D1. Da D1 il prodotto 2 si scarica a gravità tramite la serranda posta sull uscita. L aria in uscita da D2 passa nel filtro a maniche F1 per separare i fini non trattenuti dal ciclone. I fini rientrano in D1. L aria è aspirata dal compressore rotativo P1. La portata dell aria, e quindi la depressione creata dall aspirazione, è regolata da una valvola a farfalla posta sulla linea di by-pass su P1. Negli impianti in compressione il materiale è spinto con una rotocella o un altro dispositivo nella linea in cui circola un gas pressurizzato con un compressore o una soffiante. Il solido, trascinato dal gas, è trasportato nella linea pressurizzata fino a destinazione. Sono possibili portate e distanze superiori agli impianti in aspirazione. 27/04/12 11.31

Volume 1
Volume 1
LIBRO DIGITALE