Wilson lo zuccone

Oh, no, Wilson ha agito correttamente, e non è affatto da biasimare. Tom, Tom, mi hai tolto un gran peso dal cuore; sono stato colpito nel più profondo quando ho creduto di aver scoperto che c era un codardo in famiglia. Potete immaginare cosa sia costato a me assumere quel ruolo, zio. Oh, lo so, povero ragazzo, lo so. E posso capire quanto ti sia pesato questo marchio d infamia fino ad ora. Ma adesso è tutto a posto e non è stato fatto alcun danno. Hai restituito a me e a te stesso la pace dello spirito; entrambi abbiamo sofferto abbastanza. Il vecchio si sedette e rimase per un po immerso nei suoi pensieri; poi sollevò lo sguardo e una luce di contentezza brillava nei suoi occhi; disse: Il fatto che quest assassino mi abbia recato offesa, permettendo che io mi battessi con lui sul campo dell onore come se fosse un gentiluomo, è una faccenda che sistemerò tra breve, ma non subito. Non gli sparerò18 se non dopo le elezioni. Ma intravedo un modo per portare alla rovina entrambi fin d ora; mi dedicherò a questo come prima cosa. Nessuno dei due sarà eletto, è una promessa. Sei sicuro che la notizia che egli è un assassino non sia stata diffusa? Perfettamente sicuro, signore. Questa sarà la mia carta vincente. Il giorno delle elezioni lancerò dalla tribuna un allusione al fatto. Farò loro mancare il terreno19 da sotto i piedi. Non c è alcun dubbio. Questo darà loro il colpo finale. Certamente, questo assieme alla propaganda tra gli elettori. Voglio che tu torni qui fra breve e che ti metta al 18 gli sparerò: con quest affermazione il giudice Driscoll dichiara la sua volontà di vendicare il proprio onore col sangue, anche se al di fuori delle norme che regolano i duelli. 19 Farò: ... terreno: toglierò loro ogni possibilità. 164

Wilson lo zuccone
Wilson lo zuccone
Collana I LIOCORNI