Dieci racconti da Shakespeare

ginazione, tanto che disse a Nerissa: La luce che vediamo sta splendendo nella mia casa. Quanto distanti arrivano i bagliori di quella piccola candela! Allo stesso modo una buona azione riluce nel mondo malvagio . E all udire il suono di una musica provenire da casa sua, aggiunse: Credo che questa musica diventerà ogni giorno più dolce . Porzia e Nerissa giunsero infine a casa e, indossati i loro abiti usuali, attesero la venuta dei loro mariti, che arrivarono poco dopo assieme ad Antonio. Quando Bassanio presentò il suo caro amico a Porzia, la signora gli diede un caloroso benvenuto e si congratulò con lui. Ma la loro attenzione fu attratta da Nerissa e Graziano che stavano discutendo in un angolo della stanza. Già un litigio? , chiese Porzia. Cosa succede? . Graziano rispose: Signora, si tratta di un anello dorato di poco valore che Nerissa mi aveva donato e che portava incise parole simili a quelle della poesiola sul coltello dell arrotino: Amami e non lasciarmi mai . Che significato hanno l anello e la poesia? , interrogò Nerissa. Quando te lo diedi, mi giurasti che l avresti indossato fino alla morte; ed ora mi dici che l hai dato al segretario di un avvocato. Ho forti dubbi che, invece, tu l abbia dato a una donna . Lo giuro sulla mia testa , ribatté Graziano, l ho dato a un giovane, un ragazzetto gentile e azzimato20, non più alto di te; era il segretario del giovane avvocato grazie alla cui saggia arringa la vita di Antonio è stata salvata. Quel chiacchierone di un ragazzino me lo ha chiesto come rimunerazione e non ho potuto assolutamente negarglielo . Allora Porzia intervenne: biasimevole, Graziano, esservi separato dal primo regalo di vostra moglie. Anch io diedi un anello al mio signore e sono sicura che non se ne dividerebbe mai per tutto l oro del mondo . Graziano, per scusarsi della sua colpa, rivelò: 20 azzimato: elegante, ricercato. 161

Dieci racconti da Shakespeare
Dieci racconti da Shakespeare
Collana I LIOCORNI